Otto milioni di dollari per un “affaccio” su Central Park

Per averne anche solo un metro quadro servono più di 50mila dollari. Ma attenzione, poi è necessario ristrutturare. Prezzi “estremi”, esagerati per i parametri italiani ma qui a Manhattan per nulla inconsueti. Del tutto normali poi se si

Affacciato sul lato sud di Central Park

Affacciato sul lato sud di Central Park

tratta, come in questo caso, di un appartamento che si affaccia sul Central Park, con un paio di portieri operativi 24 ore su 24 per la sicurezza e la privacy dei proprietari. A Manhattan il settore immobiliare, insieme alla finanza, è da sempre uno dei principali motori dell’economia locale. Negozi a caccia di

Guido Pompilj, Vivaldi Real Estat

Guido Pompilj, Vivaldi Real Estate

spazi per i propri flagship store, start-up finanziarie o tecnologiche, manager espatriati, studenti iscritti alla Columbia o alla New York University contribuiscono a tenere alta la domanda di spazi. E la distanza rispetto all’offerta è del resto visibile nello sviluppo verticale dei palazzi: con un terreno di poche centinaia di metri quadri si costruiscono centinaia di appartamenti.

Superato il crollo dei prezzi innescato dalla crisi di Lehman Brothers, il mercato è decisamente ripartito, con prezzi che in

media per Manhattan sono stimati nell’ordine dei 20mila dollari al metro quadro. La città presenta cantieri in ogni strada, ovunque si legge l’insegna “work in progress”, tra le avenue dello shopping e le strade più sofisticate si incrociano di continuo operai con l’elmetto impegnati a consumare il proprio pasto nella pausa del pranzo. La ripresa dell’economia Usa passa anche da qui, dalle nuove costruzioni, che a New York nell’ultimo anno sono balzate del 64% spingendo l’occupazione locale oltre le 120mila unità.

I numeri dell’edilizia a New York.

Un esempio dei valori in gioco è visibile in questo attico di Manhattan, a ridosso del Central Park. Lo visitiamo insieme al fondatore di Vivaldi Real Estate, Guido Pompilj, italiano impegnato da tempo nel settore immobiliare newyorchese. La sua azienda di Manhattan che impiega 10 persone, si occupa delle quattro principali attività del Real Estate: ricerca, acquisto, gestione e vendita. Da qui il nome Vivaldi, per le quattro “stagioni” dell’immobiliare.

Cucina con vista

Cucina con vista

Vista dalla cucina

Vista dalla cucina

A comprare qui a New York non sono solo gli abitanti o le imprese della Grande Mela. Sempre più spesso un acquisto qui è considerato un investimento a lungo termine, un luogo sicuro dove parcheggiare parte del proprio patrimonio per ottenere rendimenti interessanti: dal 2 al 4% netto per il solo affitto, valori che però lievitano di molto se al calcolo si aggiunge la

Centinaia di cantieri a Manhattan

Centinaia di cantieri a Manhattan

rivalutazione dell’immobile. Esistono opportunità per investire qui? Quali le zone su cui puntare? Ecco qualche “dritta” per chi ha voglia (e modo) di comprare un immobile nella Grande Mela.

Interviste, immagini, riprese, grafiche, post-produzione, editing di Rosalba Reggio e Luca Orlando